Feltre centro storico

Anche il centro storico di Feltre merita una visita, ricco com’è di palazzi e musei.
Una storia antica quella della città, abitata già dai paleoveneti prima e dai Romani poi, che le diedero un rilevante peso strategico, economico e militare, data la sua posizione di confine.
Dopo un periodo di guerre, saccheggi e discordie fra i vari signori che si contendevano la città, a partire dalla metà del Quattrocento Feltre si legò a Venezia.

Il centro storico, arroccato su un colle dove si erge il Castello di Alboino, ha conservato un aspetto caratteristico, con palazzi affrescati, piccole vie e numerose chiese e piazze, tra cui la splendida Piazza Maggiore dominata dalle Fontane Lombardesche, fuori dalle mura, Piazza Duomo sotto la quale sono stati fatti dei ritrovamenti archeologici, aperti al pubblico.

Polo universitario, sul suo territorio sono disseminati diversi musei, tra cui la Galleria Carlo Rizzarda, che ospita, oltre a circa 400 ferri forgiati, anche una collezione d’arte moderna con dipinti e sculture di artisti del XIX e XX secolo: Schiele, Carrà, Tancredi, Fattori, Picasso e Chagall, per citarne alcuni.

E il Museo Civico che raccoglie numerosi reperti, opere, sculture, suddivise nei diversi androni di Palazzo Villabruna, sede dell’esposizione. Al piano terra è collocata la sezione archeologica, al primo piano sono rievocati gli interni delle dimore patrizie feltrine e al secondo si trova un’interessante pinacoteca; mentre nel cortile si può ammirare una raccolta di stemmi araldici delle maggiori famiglie nobiliari feltrine e nei depositi, opere pittoriche, oggetti, ceramiche, monete, medaglie, disegni…

 

Feltre_foto05.jpg

belluno-feltre.jpg